Archivi categoria: fly

Rilasciare software gratuitamente

Durante il rilascio della nuova versione di frabMsgGet, mi sono loggato su Facebook Developers e ho buttato un occhio alle statistiche.insights

148 Utenti nell’ultimo “quasi mese” (12/12/2013 – 10/01/2014) +120 rispetto al mese precedente.

Caspita. Non mi aspettavo un successo simile.

Navigando nel passato ho avuto anche picchi di 200 utenti mensili. Non so quanto siano affidabili le statistiche di Facebook, ma dopotutto è Facebook stessa a gestire il login, quindi non vedo molte opzioni per confondersi.

Bello, ho costruito qualcosa e piace alla comunità. Stupendo! – NO.

Il database MySQL sta spuntando sangue, la mia Adsl ha il ping ballerino (specialmente quando l’utente scarica il file da qualche MB). Apache genera log da 2 mb al giorno.

Dopotutto sto usando una Alice 7 MB e un processore Atom 1.6 Ghz.

Prima di proseguire: se a qualcuno è venuta in mente la domanda “Chi ti ha obbligato a farti un server? Perchè non ti sei comprato un hosting?“, rispondo subito:

PER FARE ESPERIENZA.  Costruire e mantenere un server mi aiuta a conoscere problemi che un “programmatore-e-basta” non vedrebbe mai nella sua vita. Utilizzare risorse ridotte mi aiuta a sviluppare MEGLIO e non FREGANDOMENE di quanta CPU utilizzerà il mio host. Non voglio essere un programmatore con i paraocchi.

La situazione però sta diventando critica. La linea Adsl si sta intasando, e figuriamoci quando inizierà a spargersi la voce.

Temo per il futuro di frabMsgGet, e non vorrei essere costretto a chiuderlo.

L’unica opzione che ho è spostare il programma (o l’intero sito) su un hosting dedicato, e per far questo servono SOLDI. Circa 50 € / anno per Hosting Linux (Apache + PHP + MySQL) su Aruba.it

  • Potrei togliere alcune funzionalità e fare una versione “Pro”, con donazione obbligatoria di almeno 5 euro (lato negativo: tutti potrebbero semplicemente fregarsene)
  • Potrei renderlo completamente a pagamento (lato negativo: nessuno lo userebbe piu’)
  • Potrei semplicemente tirarlo giù e fine dei giochi (lato negativo: nessuno lo userebbe piu’)
  • Potrei semplicemente chiedere “Per favore donate”.

donate

Attualmente, dato che non voglio un lato negativo, ho scelto l’ultima opzione, chiedere soldi PER FAVORE.

Ed è qui che mi incazzo.

Perchè m’incazzo? A metà 2013 ricevetti una donazione da un’azienda di consulenza informatica dell’Illinois, senza che io chiedessi assolutamente NIENTE (questo per un altro software, Unravel).

Hanno tratto beneficio dal mio lavoro, mi hanno detto grazie. Senza che chiedessi niente.

Torniamo a frabMsgGet, dove praticamente tutti gli utenti sono italiani – o almeno, i loro indirizzi ip sembrano italiani ;) – sto chiedendo PER FAVORE DONATE; e non ho ricevuto niente.

SIAMO PROPRIO ITALIANI.

Lo dirò chiaro e tondo: il feedback che sto ricevendo non è dei migliori. Specialmente quando la linea Adsl va a singhiozzo per una cosa che ho deciso di rilasciare gratuitamente.

Spero in un miglioramento futuro.

Intanto, per quei pochi temerari che hanno letto tutto questo articolo: avete consigli?

frabMsgGet v2 – the awesomeness still going on (well, maybe)

Come qualcuno di voi già sa, nel corso del Febbraio 2013 iniziai lo sviluppo di frabMsgGet (fantasia portami via, sono sempre stato un genio per i nomi).

E’ un programma che permette di scaricare un’intera conversazione da Facebook, per chi vuole conservarla come ricordo. Che io sappia non esistono altri modi funzionanti, l’export di facebook restituisce i messaggi in modo disorinato e non comprensibile (almeno, così faceva nel febbraio del 2013), e feci già diversi tentativi al tempo ma senza nessun successo.

L’idea era nata per fare un regalo a Oya, una ragazza che si salvava le nostre conversazioni facendo copia e incolla ogni volta su Blocco note. Le mancavano pero’ gli inizi della conversazione, che erano praticamente irraggiugibili (dopo un po’ di scroll, il browser inizia ad utilizzare sempre piu’ ram finchè non si blocca).

Recentemente (Gennaio 2014) ho pubblicato la versione 2 con diverse migliorie:

  • Interfaccia grafica notevolmente migliorata e integrata nella pagina di WordPress
  • Ricerca nelle ultime 100 conversazioni piu’ recenti (invece delle ultime 10)
  • Compressione del txt (test con una conversazione di circa 140.000 messaggi: il txt tiene 8 mb, compresso 2,1 mb)
  • Motore riscritto completamente da zero: risolti problemi con le lettere accentate e con le Emoji, risolti problemi di alcuni messaggi mancanti.

Enjoy it.

Il biglietto da visita!

Dato che il mio collega e’ in ferie io seguo i clienti alla cassa.

Stamattina e’ entrata una ragazza stupenda.

Non lo so, alta, 22? 24 anni?

Non ho guardato molto il corpo ma sembrava magrolina.. il fatto e’ il sorriso

E sono sbucato da dietro al bancone indossando la polo e un cacciavite in mano con la mia aria un po’ spaesata

Lei mi ha visto e mi fa un ciao con un bellissimo sorriso

Pure io sorrido e mi toglie ogni timidezza della serie ‘cazzo sono io che accolgo i clienti’ o ‘oh cazzo ho responsabilità’

‘Ciao, come ti posso aiutare?’ Sorridente

Lei ancora piu’ sorridente mi chiede il rinnovo dell’antivirus

“Guarda sono li sulla destra. Sai gia’ come si attiva il rinnovo?”

“Non preoccuparti l’ho gia’ fatto in passato.” Sempre con sto sorriso

Sembrava contenta di vedermi. Ed era luminosa, giuro!

Oh, allora ti chiamo il mio collega che ti fa lo scontrino.

Chiamo il collega, vedo che si intristisce un po’.

Le dico ciao ciao e me ne torno qua dietro.

La guardo di nascosto mentre esce dalla porta. E’ effettivamente piu’ triste.

Il ‘bom’ della porta mi fa pensare pensare pensare.

Avrei dovuto inseguirla fuori dalla porta, hei! Hei tu! Ti volevo ringraziare!

E avrebbe fatto una faccia strana (non troppo strana se i sorrisi erano quello che pensavo)

E io: si, cioe’, sono appena tornato dall’Irlanda, 17 giorni in moto, e ora sono tornato qui, in questo negozio bruttissimo, ma non dirlo al mio capo, e tu col tuo sorriso mi hai illuminato una giornata che altrimenti sarebbe stata grigia come le prossime 360qualcosa che mi separano dalle prossime vacanze. Quindi grazie!

Ed ecco il mio biglietto da visita, per qualsiasi cosa.

Ciao, buona giornata. Grazie ancora. E poi sarei tornato in negozio.

E l’unico problema e’ che non ho un biglietto da visita e tutto questo e’ stato solo un sogno.

Devo farmi dei biglietti da visita.

A bit of Europe – 2012

Sì insomma, abbiamo toccato qualche paese al di fuori dell’Italia, chiamarlo A bit of Europe forse è un po’ ambizioso… comunque:

3836 km, 2 settimane, tenda, hotel, lampadine fulminate, moto ribaltata, macchina ribaltata, rimasti chiusi fuori da un hotel in francia, panico, roller coaster alpino, gentaccia a  vienna sud, pub nuovi, gente simpatica a vienna centro, birra, acqua, raclette, paradiso dei motociclisti a budapest (bikercamp)… svegliarsi in tenda alle 5 di mattina con 3° a ferragosto.. portarsi una polmonite/tracheite a casa come ricordo del viaggio.. le solite cose!

Mappa.

Foto.

Video.

E’ stato decisamente bello e molto avventuroso, pero’ non raccontero’ una ceppa perchè stavolta è stato… diverso. In solitaria avevo le idee ben chiare, non vedevo l’ora di raccontarlo a qualcuno, di VEDERE qualcuno. In compagnia invece ho pensato soltanto a sopravvivere, meravigliarmi per quello che c’era di nuovo intorno a me, e a divertirmi. Se a qualcuno interessa il racconto, ci sono i pub, le birre, e ci siamo io e il mio amico con molti bei ricordi ;)

Non tutti sanno che

C’è un pezzo di “amico” in ogni mio programma.

Dai più sconosciuti, che tengo per me o che uso solo in ambito lavorativo, al più famoso, Install-O-Matic. Serve una chiave per un pizzico di crittografia? Il suo nome. Serve inventarsi un MD5 “fasullo”? Bene, il suo nome, scritto in HEX.

Insomma, c’è sempre una variabile o una chiave o un messaggio sulla console di debug che ricorda qualcuno. E se ne lascio fuori qualcuno, al prossimo programma è sicuro che ci sarà.

Tutte le persone che erano, sono, saranno (?) importanti nella mia vita.

Siete famosi, siete codice che viene eseguito da gente in giro per l’Italia.

Ok, non è un gran che, ma… butta via!