Per un po’ di patatine.

E’ da un po’ di anni che vado avanti con il mio Pentium 4 2.8 Ghz, e non ho mai avuto problemi (se non un po’ di lentezza all’avvio, ma questa è tutta un’altra storia), ma l’altro giorno mi si è presentata l’occazione di barattare due sacchetti di patatine con un Pentium 4 3.00 Ghz.

Il salto non è di tanto, ma c’è da considerare l’aumento di cache: L1 da 8 a 16k, L2 da 512 a 1024kb. Ora volo. (ironico).

Insomma, tra 2.80/512/800 e 3.00/1M/800 c’è un po’ di differenza, che voi ci crediate o no.

Comunque, non è questo il discorso. Il fatto è che da quando ho cambiato CPU, all’avvio ricevo centinaia di messaggi di errore di Windows Media Center, principalmente crash di ehPrivJob.exe e ehRecvr.exe, roba così:

Applicazione che ha generato l’errore ehPrivJob.exe, versione 6.0.6001.18000, timestamp 0x479192da, modulo che ha generato l’errore Indiv01.key, versione 11.0.6000.6324, timestamp 0x47e492ef, codice eccezione 0xc0000005, offset errore 0x00112d05, ID processo 0xa04, data e ora di avvio dell’applicazione 0x01ca09f141b107ee.

Applicazione che ha generato l’errore ehRecvr.exe, versione 6.0.6001.18000, timestamp 0x47919381, modulo che ha generato l’errore Indiv01.key, versione 11.0.6000.6324, timestamp 0x47e492ef, codice eccezione 0xc0000005, offset errore 0x00108596, ID processo 0x97c, data e ora di avvio dell’applicazione 0x01ca09f14162a7e8.

Quel Indiv01.key mi puzza MOLTO.

Allora, cercando un po’ su internet, si trova che è uno dei file appartenenti a qualche porcheria DRM. Cambiando CPU, il meccanismo di protezione DRM va in “blocco” perchè non è piu’ sicuro di essere installato sulla stessa macchina (spiegato qui da “Byshop“).

Per risolvere, basta cancellare il contenuto della cartella C:\ProgramData\Microsoft\Windows\DRM\ (su Vista)

Su XP, il percorso  è C:\Documents And Settings\All users\DRM\cache\

NOTA: E’ possibile che non si riesca a riprodurre il contenuto registrato con la vecchia configurazione hardware (anche se a me funziona tutto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.