The man who wasn’t there

Ho guardato dei disegni, seduto su una panchina.

Ne ho capito la metà scarsa.

Ho chiesto perchè questo era così, perchè c’era questo al posto di quello… “perchè mi andava” oppure “perchè mi è venuto così”.

Non capisco, non capirò mai questa fantasia, la fantasia che non ha un’origine ben precisa. Nella mia concenzione ci dev’essere sempre una partenza, un dolore, un piacere, che hanno dato vita a questa fantasia. Comprensibile, ovviamente.

Altrimenti che gusto c’è? Senza un senso dietro, potrei anche pensare che tutti gli autori rilevanti abbiano scritto delle stronzate da ubriachi/stupefatti (Baudelaire e l’oppio andavano a braccetto, tanto per dirne una) e poi siamo NOI, che gli diamo il significato che ci pare. Oppure, peggio, sono i professori a spiegare il significato che GLI pare.

E per me non è una bella cosa questa libertà.

Cioè, la libertà è stupenda, ma questa è libertà nel senso “solo in mezzo all’oceano”. E’ certamente LIBERO, ma non sai dove cazzo andare, non sai se fai bene o no. Sì, chissenefrega, andiamo a caso e troviamoci nel mezzo del Pacifico. No. Non mi piace.

Mi piace pensare che sia sempre un motivo sotto, anche stupido, ma un motivo.

Come la lucciola che mi camminava sulle mani. La guardavo da vicino, cercava di orientarsi, dall’indice si dirigeva verso il mignolo, andando un po’ su e giù nella scanalatura tra un dito e l’altro. Poi, arrivata al mignolo, la facevo salire sull’indice dell’altra mano, e poi ancora, e ancora, e ancora.

Si sarà trovata da sola in mezzo all’oceano. La strada non finiva più, ed era dannatamente ripetitiva. Come mai?

Perchè frab non ti voleva lasciar andare.

Poi l’ho lasciata andare, ovviamente. C’era un senso, sconosciuto a lei, conosciuto a me.

Quindi ora rimane da capire se i disegni avessero un senso sconosciuto o proprio non avessero senso.

…come finirebbe il peggiore: “vado a prendere una caraffa di Fernet”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.